Mandarini Clementine: Vendita al dettaglio e all’ingrosso con un minimo di ordine.

Contattateci al numero: 3401706038 o tramite whatsapp

Le clementine, spesso confuse con i mandarini, sono agrumi con particolari caratteristiche distintive. Ideali da consumare durante la stagione invernale, sono degli alimenti alleati del nostro stato di salute.

Clementine, proprietà

Come molti alimenti appartenenti a questa categoria, anche questo agrume si rivela ricco di interessanti proprietà benefiche.

Ideale per rafforzare le difese immunitarie durante il periodo invernale, è un alimento ricco di fibre per supportare la motilità intestinale. Inoltre, è una miniera di vitamine, in particolare quelle del gruppo C, e sali minerali, come ferromagnesio e potassio.

Grazie all’elevata concentrazione di acido folico, è un cibo consigliato anche alle donne in gravidanza. La buona quota di ferro rende questo frutto ideale per contrastare l’anemia.

Il sapore dolce della clementina è dovuto ai carboidrati, presenti ad un tasso di circa 10 gr per 100 gr di polpa (i carboidrati sono un po’ più concentrati verso la base, il loro contenuto diminuisce leggermente verso il gambo). Si tratta essenzialmente di saccarosio (70% del totale dei carboidrati), mentre il resto è costituito in parti uguali da fruttosio e glucosio.

È un frutto ben tollerato da tutti, anche da chi ha un apparato digerente delicato (anziani, convalescenti, bambini piccoli). Infatti, il suo sapore è particolarmente delicato e le sue tenere fibre non irritano la mucosa digestiva. Il suo succo può anche essere offerto molto presto ai piccoli di 6 mesi.

Rinomate sono anche le proprietà antinfiammatorie attribuite a questi particolari tipi di agrumi.

Ricche di proprietà benefiche, sono coltivate soprattutto nelle regioni del Sud Italia. Disponibili nella stagione invernale, il periodo più freddo dell’anno, permettono quindi di fare un’importante scorta di vitamina C per rafforzare il sistema immunitario.

Oltre a mangiarle fresche, si prestano alla preparazione di marmellate e la buccia di questi agrumi, inoltre, viene impiegata per la realizzazione di un gustoso liquore.

Le clementine (Citrus × clementina) furono scoperte dal reverendo Clément nel 1892 ad Algeri, a cui deve il suo nome, ma si crede che fossero presenti in Cina e Giappone già 3000 anni fa.

Sono considerate degli ibridi, prodotte dall’incrocio tra il mandarino e l’arancio amaro e non vanno confuse con il mandarino (Citrus reticulata).

Anche altri agrumi sono stati ottenuti per ibridazione. È il caso del mandarino tangerino o mandarancio, che è considerato una specie (Citrus x tangerina), ma anche un ibrido tra mandarino e arancia dolce (Citrus × sinensis).

Il sapore dolce della clementina è dovuto ai carboidrati, presenti ad un tasso di circa 10 gr per 100 gr di polpa (i carboidrati sono un po’ più concentrati verso la base, il loro contenuto diminuisce leggermente verso il gambo). Si tratta essenzialmente di saccarosio (70% del totale dei carboidrati), mentre il resto è costituito in parti uguali da fruttosio e glucosio.

È un frutto ben tollerato da tutti, anche da chi ha un apparato digerente delicato (anziani, convalescenti, bambini piccoli). Infatti, il suo sapore è particolarmente delicato e le sue tenere fibre non irritano la mucosa digestiva. Il suo succo può anche essere offerto molto presto ai piccoli di 6 mesi.

Clementine e vitamina C

Una delle vitamine maggiormente presenti in questo frutto è l’acido ascorbico, meglio noto come vitamina C.

Ciò rende questo alimento utile per rafforzare il sistema sistema immunitario soprattutto per affrontare i malanni stagionali del periodo invernale.

Clementine e stitichezza

Grazie all’alto contenuto di fibre, questo frutto è ideale da consumare per favorire la regolare funzionalità intestinale e prevenire o contrastare la stitichezza.

Clementine e colesterolo

Questi agrumi invernali svolgono un’altra importante funzione per la salute ed il benessere generale. Il loro consumo aiuta infatti a ridurre i livelli di colesterolo cattivo presenti nel sangue.

Clementine e diabete

Per chi soffre di diabete è sempre opportuno evitare un consumo esagerato di alimenti con elevata quantità di zuccheri e chiedere consiglio al proprio medico di fiducia.